Scrittura creativa: le 10 più importanti scuole in Italia

960 667 Agenzia di Traduzioni - BW Traduzioni

Che cos’è la “scrittura creativa” e quali sono le 10 più importanti scuole in Italia

La “scrittura creativa” è un campo di insegnamento sempre più in voga in Italia. Essa ha origini anglosassoni, mentre qui c’è voluto qualche anno per raggiungere un buon livello di professionalità.

In questo articolo ci soffermiamo sulla genesi e su i principi base di questo insegnamento. Inoltre elenchiamo le 10 scuole di scrittura creativa attualmente più prestigiose in Italia.

Le origini

La scrittura creativa è l’insegnamento principalmente della scrittura narrativa e poetica, in senso lato può includere la drammaturgia, la sceneggiatura e altri campi simili.

Alla base della scrittura creativa ci sono le teorie del filosofo e pedagogista statunitense John Dewey (1859-1952). Dewey, nell’ambito di un concetto di “scuola attiva”, conferisce particolare importanza allo sviluppo della creatività.

Nelle università americane si pratica questo insegnamento dagli inizi del Novecento. È del 1936 il master Iowa Writing Workshop in cui hanno insegnato e studiato scrittori importanti.

In Europa la scrittura creativa viene insegnata nelle università soprattutto nel Regno Unito, in Germania e in Repubblica Ceca. Negli altri paesi, invece, è praticata in scuole private, motivo per cui non si hanno diplomi riconosciuti legalmente.

Creatività e scrittura

Secondo definizione, la creatività è una virtù intellettiva di cui, in teoria, tutti sono più o meno dotati. Si tratta della capacità di creare, una capacità stimolata da alcune peculiarità come la sensibilità, la produzione di idee, l’originalità, l’abilità nell’analizzare, fare sintesi e strutturare.

Nello scrittore la creatività è la base del lavoro. La scrittura implica l’impiego dell’immaginazione e della fantasia, elementi che richiedono lo sviluppo di una mente creativa.

La scrittura creativa consiste nel passaggio dalle idee, dalla creatività, alla produzione di testi scritti per campi non esclusivamente letterari (si pensi al cinema). È in questo passaggio che si rivela necessario il possesso delle tecniche di scrittura, della metaforica valigia contenente i ferri del mestiere.

Come insegnare scrittura creativa: le fondamenta

Possiamo ipotizzare una metodologia su cui basare un corso di scrittura creativa. Date le finalità, infatti, un corso di scrittura creativa non può prescindere da determinati elementi.

Il primo elemento è prettamente teorico. Consiste nell’insegnamento di teorie e tecniche di scrittura, teorie e tecniche che dovrebbero essere note a chiunque voglia insegnare la scrittura.

Il secondo elemento è pratico. È necessario passare dalla teoria alla prassi, dalla conoscenza della tecnica alla sua applicazione. Nei corsi in genere si assegnano esercizi di scrittura, esercizi che permettono di valutare e guidare lo studente nel suo processo di apprendimento e miglioramento.

Intorno a questi due elementi, dunque, i corsi di scrittura possono proporre altro, ulteriori elementi originali che li connotano e li distinguono l’uno dall’altro. Si può ad esempio privilegiare un certo tipo di approccio alla scrittura e insegnare in quel senso. Si può proporre di lavorare su diversi generi di testi, ad esempio il giallo e il noir, che richiedono ulteriori conoscenze specifiche. Ogni genere narrativo esige la conoscenza di determinate tecniche narrative.

Dallo stile alla trama: i principali punti su cui strutturare un corso

Un corso di scrittura creativa, dal punto di vista teorico e pratico, deve tener conto almeno dei seguenti punti:

lo stile: tutto quanto riguarda il come si scrive, il linguaggio usato, le scelte linguistiche effettuate;
la trama: la storia che si intende narrare, il modo in cui viene strutturata, a partire dalla struttura a tre atti e seguendo, ad esempio, la regola dello “show, don’t tell” che consiste nel non spiegare ciò che accade, ma nel mostrarlo attraverso i fatti;

i personaggi: tutto quanto riguarda la creazione e lo sviluppo di personaggi primari e secondari, seguendo il loro “arco di trasformazione”, cioè il modo in cui cambiano dall’inizio alla fine della storia, o la struttura ad archetipi del “viaggio dell’eroe” ideata dallo sceneggiatore Chris Vogler (1949), o altre teorie;

il conflitto: una storia si fonda generalmente su un conflitto, che è ciò che genera tensione narrativa.

L’insegnamento della scrittura creativa in Italia: le prime scuole

In Italia il primo corso di scrittura creativa è del 1984, diretto da Raffaele Crovi (1934-2007) nel Teatro Verdi di Milano. L’anno dopo l’insegnamento è passato allo scrittore Giuseppe Pontiggia (1934-2003).

Nel 1988, a Roma, nasce la “Scuola di scrittura Omero”, e il primo corso è tenuto dallo scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami (1940-2013).

La prima scuola di scrittura creativa dedicata alla poesia è la Scuola di “Semicerchio. Rivista di poesia comparata”, che successivamente si occupa anche di narrativa. Nasce a Firenze nel 1989.

Giulio Mozzi (1960), scrittore e personalità che ha ricoperto più ruoli nel campo dell’editoria, è ancora oggi un noto insegnante di scrittura creativa. Nel 1993 inizia a insegnare a Padova in una scuola da lui fondata: la “Piccola scuola di scrittura creativa” al circolo Lanterna Magica.

Nel 1994 lo scrittore Alessandro Baricco (1958) fonda a Torino la Scuola Holden.

Nello stesso anno, a Venezia, apre il “Laboratorio di scrittura creativa” presso il Circolo Culturale Walter Tobagi.

Nel 1995 nasce a Milano “Bartleby – Pratiche della scrittura e della lettura”, progetto dello scrittore e drammaturgo Giampaolo Spinato (1960).

Le 10 più importanti scuole di scrittura creativa oggi in Italia

Qui di seguito elenchiamo in ordine alfabetico le 10 più importanti scuole di scrittura oggi in Italia:

Accademia del Giallo e del Noir

Belleville 

Bottega di narrazione 

Bottega Finzioni 

Lalineascritta 

Molly Bloom 

Omero

Scuola del libro 

Scuola Holden 

Scuola Palomar 

Accademia del Giallo e del Noir

L’Accademia del Giallo e del Noir è una scuola di scrittura creativa di Milano dedicata ai generi letterari giallo e noir.

I professori sono scrittori di genere e sceneggiatori: Paolo Roversi (1975), Franco Forte (1962), Elisabetta Cametti (1970), Piergiorgio Pulixi (1982), Franco Vanni (1982), Gianluca Ferraris (1976) e Romano De Marco (1965).

Belleville

Belleville è una scuola di scrittura, editoria e comunicazione sita a Milano. Dal 2017 è diretta da Giacomo Papi (1968).

Alla scuola è associata la piattaforma online di lettura e scrittura TYPEE.

Tra i docenti vi sono i seguenti scrittori e addetti ai lavori del campo dell’editoria: Marcello Fois (1960), Giulia Ichino (1978), Alberto Rollo (1951) e Walter Siti (1947).

Bottega di narrazione

Bottega di narrazione è un corso annuale di scrittura creativa cui si partecipa proponendo un progetto narrativo. Si tiene a Milano presso la sede di Laurana Editore.

Fondata nel 2011, è diretta da Mozzi e vi collaborano come docenti Massimo Cassani (1966), Gabriele Dadati (1982), Claudia Grendene (1972), Fiammetta Palpati (1965), Demetrio Paolin (1974), Simone Salomoni e Giorgia Tribuiani (1985).

Bottega Finzioni

Bottega Finzioni oltre a essere una scuola di scrittura creativa è anche uno studio professionale e una casa di produzione. Si insegna a scrivere fiction, romanzi, programmi televisivi, film, videogiochi e fumetti.

È stata fondata nel 2010 da Carlo Lucarelli (1960) insieme agli attuali direttori Michele Cogo (1971) e Beatrice Renzi e a Giampiero Rigosi (1962).

Lalineascritta

Lalineascritta, fondata dalla scrittrice Antonella Cilento (1970) nel 1993 e sita a Napoli, consiste in una serie di laboratori di scrittura creativa. Oltre al romanzo e al racconto, vi si affrontano altri tipi di scritture: cinema, televisione, teatro, opera lirica. Ci sono anche corsi dedicati al mondo dell’editoria.

Tra gli insegnanti vi sono Stefania Cantelmo (1978), Francesco Costa (1946), Giuseppe D’Antonio (1975) e Giuseppe Montesano (1959).

Molly Bloom

La scuola di scrittura Molly Bloom è stata fondata nel 2016 da Emanuele Trevi (1964) e da Leonardo Colombati (1970). I corsi di narrativa e poesia si tengono a Milano e a Roma.

Tra i docenti ricordiamo: Franco Buffoni (1948), Milo De Angelis (1951), Giancarlo De Cataldo (1956), Diego De Silva (1964), Chiara Gamberale (1977), Paolo Giordano (1982), Jhumpa Lahiri (1967), Vivian Lamarque (1946), Marco Lodoli (1956), Alessandro Piperno (1972) e Sandro Veronesi (1959).

Omero

Come già detto sopra, la scuola di scrittura creativa Omero è stata tra le prime fondate in Italia, a opera di Enrico Valenzi nel 1988. Tra i docenti c’è la scrittrice Rossana Campo (1963).

Ha sede a Roma.

La scuola pubblica anche libri sulla scrittura e sulla sceneggiatura.

Scuola del libro

Scuola del libro è un laboratorio permanente dedicato alla scrittura ma anche a altri campi dell’editoria: traduzione, editing, grafica, ufficio stampa, comunicazione, marketing, ecc.

È stata ideata da Marco Cassini (1970), fondatore delle case editrici minimum fax e edizioni SUR.

Ha sede a Roma.

Scuola Holden

La Scuola Holden è la scuola di scrittura creativa più nota in Italia. Come detto, è stata fondata da Baricco nel 1994 e ha sede a Torino. Nasce come scuola di narrazione, intendendo il termine in senso lato.

Nel 2013 cambia sede e arriva a accogliere oltre 300 studenti l’anno.

Attualmente gode di soci prestigiosi: Carlo Feltrinelli (1962) del Gruppo Feltrinelli, Oscar Farinetti (1954) di Eataly, il manager Andrea Guerra (1965).

Scuola Palomar

La Scuola Palomar è stata fondata nel 2013 da Mattia Signorini (1980). È una scuola di scrittura creativa e storytelling e ha sede a Rovigo.

È associata a un’agenzia letteraria di statura europea, la Vicki Satlow (dal nome dell’agente che ne è a capo).

Gli insegnanti sono la stessa Satlow (1968) insieme a Sara Benatti (1982) e Morgan Palmas (1977).