Google-Adwords-All-Estero

Vendere all’estero con Google Adwords: 5 consigli per campagne di successo

800 600 Agenzia di Traduzioni - BW Traduzioni

Qualsiasi azienda che abbia intrapreso un percorso di digitalizzazione avrà senza dubbio presente cosa sia Google Adwords. La funzione pubblicitaria di Google che permette di attivare campagne (SEM) sulla rete di ricerca in pochi click per vendere i propri prodotti o generare lead. Particolarmente efficace perché permette di intercettare gli utenti nel momento in cui fanno ricerche e quindi sono maggiormente predisposti all’acquisto, a differenza per esempio di Facebook Ads. La tentazione di replicare quindi il successo di una campagna su Google Adwords in Italia anche all’estero può essere molto forte, ma nella maggior parte dei casi i risultati ottenuti sono molto lontani da quelli sperati. Ecco allora cinque consigli sempre validi per chi vuole pianificare, lanciare e condurre campagne di successo all’estero.

Passa da ricerche nazionali a ricerche estere

Sei sicuro che gli utenti esteri facciano le stesse ricerche degli utenti italiani per trovare i tuoi prodotti e servizi? Il non saper rispondere a questa domanda o non prenderla in considerazione può compromettere l’efficacia delle tue campagne sulla rete di ricerca Google ancor prima di lanciarle!

Per conoscere cosa cercano effettivamente gli utenti esteri esistono differenti tool online completamente gratuiti che ti permetteranno di evidenziare analogie o differenze nelle ricerche del tuo target estero. Primo fra tutti è Google Trends che ti permetterà di visualizzare, letteralmente, il trend delle ricerche relative ad una parola chiave, un topic o anche il tuo stesso prodotto/servizio in qualsiasi località. Il consiglio è di integrare i dati di Google Trends con il Consumer Barometer. Un altro strumento offerto da Google che permette di cogliere differenze e peculiarità nel processo di acquisto in diversi paesi esteri. Ad esempio se gli utenti in un dato paese acquistano maggiormente da smartphone o desktop.

google-adwords-internazionale-answer-the-public

Infine, un altro recente strumento online, molto apprezzato da diversi professionisti, è Answer The Public. Il suo vantaggio è che ti permetterà di vedere visivamente, tramite grafici ad albero, quali sono le domande che gli utenti pongono relativamente ad una parola chiave. Scoprire che per un data parola chiave la domanda principale “è dove comprare” può essere un ottimo punto di partenza. Completa questa analisi con il pianificatore delle parole chiave di Google Adwords per stimare il potenziale traffico di ricerca e costo delle parole chiave che hai selezionato e avrai una mappa di keywords rilevanti sulle quali costruire i tuoi annunci.

Scopri chi sono i tuoi competitors esteri e come competono

Se in Italia riesci a competere facilmente non è detto che sarai in grado di farlo anche all’estero. Questo perché cambiano i tuoi competitors che potrebbero condurre campagne su Google Adwords nel loro paese d’origine con più budget a disposizione oppure, sfruttando la conoscenza del mercato, conoscono quali sono i fattori determinanti per il successo. Dopo aver stilato una lista di parole chiave che intendi usare sfrutta il pianificatore di Google per valutare la difficoltà delle keywords: ovvero la competizione e il costo per click. Più questi valori sono elevati più sarà difficile ottenere buoni risultati da quella keyword.

google-adwords-all-estero-campagne

Per scoprire effettivamente chi sono i tuoi competitors e quali annunci pubblicano su determinate keywords puoi sfruttare I Search From. Un semplice tool online che ti permetterà di localizzare le tue ricerche in qualsiasi paese e osservare la serp di Google. In questo modo vedrai gli annunci dei tuoi competitors e, anche se gli annunci non sono cliccabili, potrai rintracciare facilmente il loro sito web.

Assicurati che il tuo sito sia perfettamente localizzato nel mercato estero

Vendere all’estero implica la conoscenza approfondita della lingua e soprattutto della cultura del tuo paese target. L’intero processo d’acquisto o di contatto che avviene online deve essere perfettamente localizzato e non semplicemente tradotto. L’obiettivo è assicurarti che gli utenti esteri, così come quelli italiani, si trovino a proprio agio con tutte le varie fasi del processo d’acquisto ad esempio atterraggio su landing pages, sito web istituzionale, form di contatto, prezzi, informazioni e dettagli di spedizione, metodi di pagamento etc… Riassumendo la User Experience estera dell’intero sito web deve essere almeno pari, se possibile anche migliore, rispetto a quella italiana.

google-adwords-internazionale-campagne-all-estero

Cura e localizza il testo degli annunci

Gli utenti prima di arrivare al tuo sito vedranno i tuoi annunci. Quindi il copy, ovvero i loro contenuti, sarà un fattore chiave per il successo della tua campagna su Google Adwords. Progettare degli annunci performanti all’estero è molto più difficile; oltre al limite di caratteri dovrai curare con molta attenzione ogni aspetto della loro traduzione. Scegliere le giuste parole è fondamentale. Gli annunci non devono essere semplicemente tradotti ma, ancora una volta, localizzati nel paese estero.

Un consiglio se non sei in grado di farlo?

Rivolgiti ad un’agenzia di traduzione specializzata in servizi di traduzione per il digital marketing che sia in grado di comprendere quali sono gli obiettivi e la struttura della tua campagna. In questo modo potrai avere annunci ottimizzati in grado di rispondere a differenze culturali e di linguaggio di un paese estero. Il costo non sarà affatto proibitivo dato che dovrai tradurre solo poche righe!
L’alternativa più economica è Google Translate ma il rischio di non essere chiaro per il tuo target o peggio ancora di commettere qualche strafalcione linguistico e promuoverlo su Google è sempre dietro l’angolo.

Testa la campagna e il budget prima di decretarne il successo o il fallimento

Hai già seguito tutti questi consigli ma la tua campagna non genera i risultati sperati? Non considerare la tua campagna all’estero come una semplice replica delle tue campagne in Italia. Infatti il traffico generato dalle keyword estere potrebbe essere diverso rispetto a quelle italiane, il costo per clic potrebbe essere ancora troppo elevato o il budget stimato per la campagna troppo basso. Prenditi quindi il tempo necessario per effettuare continui test e aggiustamenti.

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.