agenzia-di-traduzione

Che cos’è un’agenzia di traduzione e come funziona

Quando si ha bisogno di una traduzione ci si può rivolgere a un traduttore freelance oppure a un’agenzia di traduzione. A prescindere dal compimento del lavoro finale che può essere ben svolto sia da un singolo traduttore sia da un’agenzia, c’è molta differenza tra loro, come vedremo qui.

 

Che differenza c’è tra un traduttore freelance e un’agenzia di traduzione

Il traduttore freelance svolge il lavoro di traduzione in autonomia, stabilendo a sua discrezione tempi e costi. Lavora per lo più da casa. Può lavorare anche per agenzie di traduzione. Un traduttore freelance, tuttavia, conosce una o due lingue ed è specializzato in un unico tipo di traduzione (editoriale, giuridico, tecnico, scientifico, ecc.).

L’agenzia di traduzione funge da intermediaria tra i clienti e i traduttori. A questo ruolo unisce una serie di servizi e possibilità, può tradurre in tante lingue e può svolgere vari tipi di traduzione.

 

Che cos’è un’agenzia di traduzione

Un’agenzia di traduzione principalmente offre ai clienti servizi di traduzione e di localizzazione (traduzione di siti web o prodotti adattando tutti i contenuti al paese estero, dunque curando anche gli aspetti culturali e normativi dello stesso).

Ottempera ai lavori affidandoli a traduttori professionisti freelance e avvalendosi di altre figure professionali (project manager, editor, ecc.). Una delle figure professionali più importanti per un’agenzia è il project manager, colui che affronta un lavoro di traduzione in maniera progettuale attuando la pianificazione, guidando un team e tenendo il rapporto con il cliente.

 

project-manager-traduzione

 

Un servizio importante offerto da un’agenzia di traduzione è la correzione di bozze o editing del testo o dei testi tradotti, in modo da consegnare al cliente un lavoro compiuto e senza errori o refusi, corretto dal punto di vista stilistico e grammaticale.

Un servizio facoltativo che, di questi tempi, è di importanza strategica per le aziende, è quello che riguarda le traduzioni nell’ambito del marketing online, un servizio che si dispiega nel web e nei social media.

Da non dimenticare inoltre il servizio di interpretariato, cioè di traduzione orale, dispiegato in conferenze o in altre situazioni che vedremo specificamente altrove.

Un’agenzia di traduzione può offrire la possibilità di tradurre molteplici lingue (europee e extraeuropee) e effettua diverse tipologie di traduzione (traduzione editoriale, tecnico-scientifica, giurata, ecc.).

 

Il preventivo

Prima di iniziare il lavoro, cliente e agenzia di traduzione concordano il preventivo. Il cliente invia tramite mail o compilando un modulo sul sito web, il file con il testo da tradurre, aggiunge poi informazioni circa la tipologia di lavoro da effettuare (traduzione o localizzazione) e la tipologia di traduzione (se è editoriale, tecnico-scientifica o altro).

In base a queste informazioni e alla grandezza del testo (numeri di caratteri o cartelle), l’agenzia provvede a calcolare un preventivo seguendo i propri parametri e lo propone al cliente.

 

Utilizzo di programmi informatici

Un’agenzia di traduzione, a supporto del lavoro di traduzione svolto in maniera “artigianale”, mette a disposizione dei traduttori una serie di software o cat tools del campo della traduzione.

Tali programmi non vogliono sostituire il traduttore (come permetterebbe ad esempio, con risultati discutibili, il traduttore automatico), ma forniscono aiuti finalizzati a ottimizzare il lavoro. Tra i più importanti sono quelli che supportano nell’editing e quelli che possono confrontare traduzioni di testi simili.

Ma ci occuperemo specificamente dell’argomento altrove.

 

 

Quali sono le fasi in cui l’agenzia di traduzione svolge il lavoro

 

agenzia-di-traduzione-come-funziona

 

Quando si contatta un’agenzia di traduzione, il lavoro viene svolto in varie fasi:

  • L’agenzia esamina attentamente il testo da tradurre e individua la tipologia di traduzione cui il testo corrisponde;
  • L’agenzia assegna il lavoro a un project manager (PM) che pianifica il progetto e si rapporta direttamente al cliente. È la fase di conduzione o management in cui vengono valutate tutte le necessità del cliente dal punto di vista linguistico, contenutistico e anche formale;
  • L’agenzia sceglie dal suo staff i traduttori più idonei al progetto. Se il cliente non è nuovo vengono per lo più scelti traduttori che già hanno lavorato per lui. Il traduttore si adegua al linguaggio del testo da tradurre e per l’occasione, se disponibile, utilizza glossari che si adattano al tipo di traduzione;
  • Tradotto il testo, segue la delicata fase di editing e correzione di bozze del testo. Eventualmente, per correggere al meglio il testo, è possibile ottenere una doppia revisione affidata a due traduttori-revisori.

 

 

I pro e i contro nella scelta di un’agenzia di traduzione

Quando si preferisce un’agenzia di traduzione a un traduttore freelance, si è consapevoli che la scelta incide negativamente nella variabile costo: un’agenzia, data la maggiore complessità del processo che mette in atto, svolge il lavoro a costi più alti rispetto a un freelance.

Ma è proprio la complessità e la varietà dei servizi che offre a far sì che sia preferibile scegliere un’agenzia.

L’agenzia può mettere a disposizione diverse figure professionali per svolgere al meglio il lavoro, inoltre ha un’offerta vasta per quanto riguarda le lingue e può svolgere tutti i tipi di traduzione richiesti.

Ma, soprattutto, è l’approccio progettuale al lavoro a garantire al cliente una professionalità e una disponibilità a ottemperare a tutte le richieste che sarebbe difficile a un singolo traduttore freelance.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.